top of page

When Destiny Scares You

Growing up in a materially impoverished area of the world is challenging, especially when you become cognizant that the world offers more outside the confines of the village. As a character put it in Arthur Miller’s play, A View from the Bridge, “One cannot cook the view!” We had exquisite scenery in the Mediterranean Sea. The Eolian islands glittered under the sun, and volcanic Stromboli painted pictures in the azure sky with grayish smoke. Sentimentality and romanticism, however, did not bring bread to the table, and realistically, we could not survive with the majestic view alone. We needed to find ways to work and make a living for our family. 


When the food that the earth gives you is no longer sufficient to keep up with civilization’s progress, what do you do? Our family stresses focused on insufficient money to keep up with progress in a world that was slowly changing from the very slow to the moderately competitive. When technological progress reached the boundaries of our family life, we struggled but also found ways to better our earthly existence. Through arduous labor, when the winters became colder, we managed to equip our home with a wood stove, and when the summers became warmer, we luxuriated in the convenience of a refrigerator. 


During middle adolescence, I gave my parents the money I earned to balance the family budget. In later years, when I worked in the United States as a dishwasher, busboy, or waiter, I also felt obligated to give my parents the money. I knew it was needed to purchase a home of our own. Self-denial was not a challenge. It was a desirable reality.




LA PAURA DEL DESTINO


Crescere in un’area del mondo materialmente povera è una sfida, soprattutto quando diventi consapevole che il mondo offre di più al di fuori dei confini del villaggio. Come ha detto un personaggio nella commedia di Arthur Miller, “La Vista dal Ponte”: “Non si può cucinare la vista!” Avevamo sicuramente uno splendido scenario del Mar Mediterraneo. Le isole Eolie scintillavano sotto il sole e il vulcanico Stromboli dipingeva quadri nel cielo azzurro con il suo fumo grigiastro. Sentimentalismo e romanticismo, però, non hanno portato il pane in tavola e, realisticamente, non potremmo sopravvivere solo con la vista maestosa. Avevamo bisogno di trovare il modo di lavorare e di guadagnarci da vivere per la nostra famiglia.


Quando il cibo che ti dà la terra non è più sufficiente per tenere il passo con il progresso della civiltà, cosa fai? La nostra famiglia sottolinea il fatto di non avere abbastanza soldi per tenere il passo con il progresso in un mondo che stava lentamente cambiando da molto lento a moderatamente competitivo. Quando il progresso tecnologico ha raggiunto i confini della nostra vita familiare, abbiamo lottato ma anche trovato modi per migliorare la nostra esistenza terrena. Attraverso un duro lavoro, quando gli inverni si sono fatti più freddi, siamo riusciti a dotare la nostra casa di una stufa a legna e, quando le estati sono diventate più calde, ci siamo goduti la comodità di un frigorifero.


Durante la mia adolescenza, ho donato ai miei genitori i soldi che guadagnavo per pareggiare il bilancio familiare. Negli anni successivi, quando lavoravo negli Stati Uniti come lavapiatti, ragazzo dell’autobus o cameriere, sentii anche l’obbligo di dare i soldi ai miei genitori. Sapevo che era necessario acquistare una casa nostra. L’abnegazione non è stata una sfida. Era una realtà desiderabile.

8 views0 comments

Recent Posts

See All

Le Forze del Mio Cuore

Classifying my parents’ personalities takes a lot of work. Their reactions to my behaviors are an amalgam of actions adopted according to varying circumstances. If I had to ascertain certain tendencie

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page